Loro siamo noi - preorder Visualizza ingrandito

Loro siamo noi - copertina variant - preorder

9788831379137

Nuovo

Un appello di Pennac a un’Europa che chiude le porte. Fermiamoci, zittiamo la TV che ci fa sentire sotto attacco. Disinneschiamo parole come ondata, invasione, minaccia e in questo silenzio guardiamoci indietro. L’Europa che ha vissuto le guerre, gli esodi e i genocidi non può essere sorda alle grida di chi viene fermato davanti a frontiere che non hanno più senso. 

Maggiori dettagli

495 Articoli

6,00 €

Scheda tecnica

TitoloLoro siamo noi
AutoreDaniel Pennac
TraduzioneYasmina Mélaouah
PrefazioneSophie Beau
Anno2021
CartaRevive Natural, riciclata al 100%
InchiostroEcologico a base vegetale
LinguaItaliano

Dettagli

“Se Dio esiste, spero abbia una scusa valida.”

Un appello di Pennac a un’Europa che chiude le porte. Fermiamoci, zittiamo la TV che ci fa sentire sotto attacco. Disinneschiamo parole come ondata, invasione, minaccia e in questo silenzio guardiamoci indietro. L’Europa che ha vissuto le guerre, gli esodi e i genocidi non può essere sorda alle grida di chi viene fermato davanti a frontiere che non hanno più senso. Pennac non condanna chi ha paura, ma invita a riflettere, ad andare oltre i numeri, oltre le polemiche disumanizzanti. Arriva in Italia un pamphlet di Pennac che ha venduto oltre centomila copie in Francia. Libro arricchito dalle immagini del fotoreporter Roberto Salomone, che ha documentato i drammi di Lesbo e del Mediterraneo.

Daniel Pennac è uno dei più grandi scrittori europei. I suoi libri sono stati tradotti in tutto il mondo. Ha pubblicato volumi di successo come la saga dei Malaussène. È stato insignito nel 2005 della Legion d’onore per le arti e la letteratura.

Recensioni

No customer comments for the moment.

Scrivi una recensione

Loro siamo noi - copertina variant - preorder

Loro siamo noi - copertina variant - preorder

Un appello di Pennac a un’Europa che chiude le porte. Fermiamoci, zittiamo la TV che ci fa sentire sotto attacco. Disinneschiamo parole come ondata, invasione, minaccia e in questo silenzio guardiamoci indietro. L’Europa che ha vissuto le guerre, gli esodi e i genocidi non può essere sorda alle grida di chi viene fermato davanti a frontiere che non hanno più senso. 

Scrivi una recensione