Controvento Visualizza ingrandito

Controvento

Nuovo

Il calcio raccontato, osservato, giocato minuto dopo minuto, dal fischio d’inizio fino ai tempi supplementari. Il calcio senza tempo e senza spazio: gioco di squadra che ha il sapore di casa anche al di là dell’Oceano.

Maggiori dettagli

300 Articoli

10,00 €

Scheda tecnica

TitoloControvento
AutoreGianluca Arcopinto
Anno2016
Pagine64
Formato14x21 cm
CartaRevive Natural, riciclata al 100%
InchistroEcologico a base vegetale
LicenzaCreative Commons 3.0
ISBN9788897883593

Dettagli

Il calcio raccontato, osservato, giocato minuto dopo minuto, dal fischio d’inizio fino ai tempi supplementari. Il calcio senza tempo e senza spazio: gioco di squadra che ha il sapore di casa anche al di là dell’Oceano. Gianluca Arcopinto è il padre di Giosuè e dirigente della Fortitudo Roma, scuola calcio in cui Francesco Totti ha mosso i suoi primi passi da calciatore e che suo figlio frequenta da circa due anni. La semifinale di un torneo nazionale della squadra diventa un espediente per rievocare i primi ricordi legati al mondo del calcio, per riflettere sul ruolo delle scuole calcio nelle città contemporanee, per rivivere le partite che lo stesso autore ha arbitrato e che non smette ancora di giocare. Ne risulta un coro polifonico in cui la voce dell’io narrante si mescola a quelle dei bambini in campo, in particolare quella del figlio Giosuè, a quelle dei genitori sugli spalti e dell’allenatore Bruno in panchina. Gianluca gli siede accanto e da lì osserva, si commuove e sogna un calcio libero da compromessi, proprio come quel cinema autonomo che ama e sostiene di più. Allora diventa superfluo raccontare la finale del medesimo torneo, giocata a Napoli, nel quartiere Sanità: il viaggio in pullman e la calorosa accoglienza da parte degli avversari sono già una vittoria. 

Gianluca Arcopinto, nato nel 1959 a Roma, è produttore, docente al Centro Sperimentale di Cinematografia, regista e scrittore.
Ha prodotto registi di grande talento come Matteo Garrone, Eugenio Cappuccio, Paolo Genovese, Luca Miniero, Salvatore Mereu, Vincenzo Marra e, tra i più recenti, due film di successo: La mia classe (2014) di Daniele Gaglianone e Anime nere (2014) di Francesco Munzi. Candidato al David di Donatello nel 2008 come miglior produttore italiano, ha vinto il Sacher d’Oro 1996/97 per Il caricatore, il Globo d’Oro nel 2008 per Sonetaula e il F.I.C.E. come miglior produttore del 2010.
Ha curato la regia del documentario Nichi (2005) e del film Angeli distratti (2007).
Sostiene con coraggio, attraverso la sua attività di produttore, il cinema indipendente o, come preferisce definirlo, il cinema autonomo. Vive nel quartiere Testaccio. Ha tre figli. Ama il calcio.

Recensioni

No customer comments for the moment.

Scrivi una recensione

Controvento

Controvento

Il calcio raccontato, osservato, giocato minuto dopo minuto, dal fischio d’inizio fino ai tempi supplementari. Il calcio senza tempo e senza spazio: gioco di squadra che ha il sapore di casa anche al di là dell’Oceano.

Scrivi una recensione