Nuovo Poetar di...vino. Il vino nella poesia napoletana Visualizza ingrandito

Poetar di...vino. Il vino nella poesia napoletana

Nuovo

Il vino...rosso o bianco, pregiato o scadente, accompagna la vita di ognuno di noi. Lo sapevano gli antichi che gli hanno reso omaggio inventandosi un dio, Bacco, che nelle diverse raffigurazioni appare quello più prossimo alla fragilità umana, accompagnato da un coro di euforici invasati.

Maggiori dettagli

100 Articoli

8,00 €

Scheda tecnica

TitoloPoetar di...vino
AutoreGiuliano Longono, Stelio Martini (a cura di)
Anno2006
Pagine112
Formato17x12 cm
ISBN88-88234-51-9
LinguaNapoletano

Dettagli

Il vino...rosso o bianco, pregiato o scadente, accompagna la vita di ognuno di noi. Lo sapevano gli antichi che gli hanno reso omaggio inventandosi un dio, Bacco, che nelle diverse raffigurazioni appare quello più prossimo alla fragilità umana, accompagnato da un coro di euforici invasati. Ed ora, attraverso i versi che gli sono stati tributati dai poeti vernacolarii presenti in questa antologia, anche noi vogliamo render omaggio al gusto seducente del vino, alla sua millenaria presenza, al sapore di antiche taverne o di lussuosi ritrovi, ai brindisi che per un attimo ci conducono in luoghi senza passato o ai tavoli su cui troneggia una bottiglia a cui attingiamo.

Recensioni

No customer comments for the moment.

Scrivi una recensione

Poetar di...vino. Il vino nella poesia napoletana

Poetar di...vino. Il vino nella poesia napoletana

Il vino...rosso o bianco, pregiato o scadente, accompagna la vita di ognuno di noi. Lo sapevano gli antichi che gli hanno reso omaggio inventandosi un dio, Bacco, che nelle diverse raffigurazioni appare quello più prossimo alla fragilità umana, accompagnato da un coro di euforici invasati.

Scrivi una recensione